Faqs Abbiamo una Risposta per ogni Tua Domanda!

Hai dei dubbi? Te li risolviamo noi!

Consulta la lista delle domande qua sotto, e scopri se esiste già la Tua risposta. In questa sezione abbiamo riunito le varie Faqs per aiutarti, qualora avessi delle difficoltà, ad usufruire dei nostri prodotti in maniera facile e veloce. Se vuoi suggerirci altre Faqs oppure non trovi il tuo argomento, scrivici senza esitare alla nostra mail info@safelabel.eu e saremmo felici di aiutarti!

Domande sulla Normativa

Quando si applicano le nuove regole sull’etichettatura nutrizionale?

Le nuove regole diventano obbligatorie a partire dal 13 dicembre 2016.

Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati prima di questa data possono essere commercializzati sino ad esaurimento delle scorte. Le imprese che scelgono di fornire indicazioni nutrizionali volontarie tra il 13 dicembre 2014 e il 12 dicembre 2016 devono seguire le regole relative al contenuto e alla presentazione previste dal Regolamento. Se vengono formulate indicazioni nutrizionali e/o sulla salute, o se sono aggiunti agli alimenti vitamine e sali minerali, la dichiarazione nutrizionale deve essere conforme al Regolamento a partire dal 13 dicembre 2014.

Cosa succede con gli alimenti etichettati prima del 13/12/2014 che non soddisfano i requisiti del Regolamento?

Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati prima del 13 dicembre 2014 che non soddisfano i requisiti del Regolamento possono essere commercializzati fino all’esaurimento delle scorte.

Devono già essere presenti anche le tabelle con i valori nutrizionali?

Il Regolamento si applica a decorrere dal 13 dicembre 2014, ad eccezione dell’Art.9 par 1/l (dichiarazione nutrizionale), che si applica a decorrere dal 13 dicembre 2016.

Tra il 13 dicembre 2014 e il 13 dicembre 2016, la dichiarazione nutrizionale, se è fornita su base volontaria, deve essere conforme al Regolamento (art. 30 - 35).

Posso usare informazioni provenienti da una banca dati?

Secondo l’articolo 31 del Regolamento 1169/2011:

“I valori dichiarati sono valori medi stabiliti a seconda dei casi sulla base di:
- Analisi dell’alimento effettuata dal fabbricante
- Calcolo effettuato a partire da valori medi noti o effettivi relativi agli ingredienti utilizzati
- Calcolo effettuato a partire da dati generalmente stabiliti e accettati”.

Come è definita la “collettività” citata nel Regolamento?

Per collettività si intende:

qualunque struttura (compreso un veicolo o un banco di vendita fisso o mobile), come ristoranti, mense, scuole, ospedali e imprese di ristorazione in cui, nel quadro di un’attività imprenditoriale, sono preparati alimenti destinati al consumo immediato da parte del consumatore finale.

Domande sul Software

Per usare il programma serve internet?

LabelToGo è un programma web, può venire utilizzato esclusivamente con una connessione internet.

I dati inseriti vengono conservati nei nostri server e nessun dato viene salvato sul computer: si possono generare e conservare esclusivamente i pdf delle schede tecniche prodotte.

Le mie ricette sono visibili?

La segretezza delle ricette è garantita.

E' possibile inserire una opzione di protezione, che consente al solo operatore di accedere alle ricette inserite. In ogni caso, le ricette e i dati sono visibili ai soli utenti ed operatori dell’Azienda.

Se un ingrediente non è presente nelle banche dati ufficiali?

E’ possibile inserire degli ingredienti personalizzati, creando un Ricettario Aziendale.

I dati inseriti devono provenire da scheda tecnica del Fornitore e devono essere completi delle informazioni necessarie per la dichiarazione nutrizionale prevista dal Regolamento.

Perchè non riesco ad aprire e salvare i pdf delle schede tecniche?

Potresti avere un blocco dei popup: ogni volta che il browser blocca i popup di un sito, nella barra degli indirizzi viene visualizzata l'icona di avviso. Fai clic sull'icona per visualizzare i popup che sono stati bloccati oppure per gestire le impostazioni dei popup per il sito.

Vai alla pagina dedicata per visualizzare una breve guida pratica.

Perché un canone annuale e non una licenza illimitata?

La formula con canone annuale garantisce l’aggiornamento continuo con la normativa e le sue modifiche, permettendo di rigenerare le schede tecniche prodotte senza alcun costo aggiuntivo.

Qual è la provenienza dei dati?

La banca dati di SafeLabel nasce dalla fusione di più archivi gover¬nativi federali: i valori riportati sono assolutamente privi di manipolazioni e sono medie ponderate di più analisi dello stesso alimento.

Cosa è LabelToGo Fornitori?

È un software destinato ai fornitori di alimenti per terze parti, un ingrediente / alimento / composto inserito in questa sezione viene reso visibile nelle altre sezioni.

LabelToGo fornitori è gratuito, basta effettuare la registrazione.

Domande sul Librogiornale

Cosa è un’ allergia alimentare?

L’allergia è una reazione del sistema immunitario nei confronti di un alimento o di un suo componente (allergene).

Anche se le allergie alimentari possono manifestarsi con qualsiasi alimento o componente alimentare, tra i più comuni vi sono: latte vaccino, uova, arachidi, crostacei, frutta secca, soia.

Quando è richiesto il LibroGiornale?

Ove gli alimenti siano offerti in vendita al consumatore finale o alle collettività senza preimballaggio oppure siano imballati sui luoghi di vendita su richiesta del consumatore o preimballati per la vendita diretta,l’indicazione delle sostanze allergizzanti è obbligatoria.

La fornitura di altre indicazioni non è obbligatoria, a meno che gli Stati membri adottino disposizioni nazionali che richiedono la fornitura, parziale o totale, di tali indicazioni o loro elementi.

Come vanno indicati gli allergeni?

L’indicazione di ingredienti o coadiuvanti tecnologici che possono provocare allergie o intolleranze, deve figurare nell’elenco degli ingredienti con un riferimento chiaro alla denominazione della sostanza o del prodotto allergizzante.

La denominazione della sostanza o del prodotto allergizzante deve essere evidenziata attraverso un tipo di carattere chiaramente distinto dagli altri ingredienti elencati, per esempio per dimensioni, stile o colore di sfondo.

Cosa cambia rispetto alla normativa attuale?

L’indicazione degli ingredienti per i prodotti venduti sfusi è attualmente disciplinata dal D. Lgs 109/1992, art 16, secondo cui i prodotti sfusi devono essere muniti di cartello con indicazione della Denominazione, Elenco ingredienti, Modalità di conservazione, Data di scadenza, Titolo alcolometrico e Glassatura. Dal 13 dicembre 2014 entrerà in vigore il Regolamento 1169/2011, art. 44, che prevede l’indicazione OBBLIGATORIA degli allergeni.